Rendi la tua landing page efficace adesso

Rendi la tua landing page efficace adesso

Landing page: perché sono importanti e consigli per migliorarle

Landing page template
Landing page template

Le nostre landing page, le “pagine di atterraggio” su cui conduciamo i nostri visitatori, sono un elemento fondamentale per gestire al meglio il nostro marketing sul web.

Una landing page, infatti, è il naturale punto di arrivo del nostro mail marketing, delle nostre campagne pubblicitarie (ad esempio su Google AdWords), e molto spesso anche della nostra attività di posizionamento sui motori di ricerca.

Il visitatore che arriva sul nostro sito seguendo uno dei nostri link deve trovarsi di fronte una pagina senza dubbio ottimizzata, del tutto coerente con quanto lui si aspetta, e che gli consenta di concentrare la sua attenzione unicamente su ciò che ci aspettiamo che lui faccia (che concluda un acquisto, che si iscriva ad una newslettere, che consulti un catalogo, ecc.).

Per questo, una landing page non è una pagina come le altre. Quali accorgimenti possiamo prendere per rendere la nostra landing page migliore e, soprattutto, più efficace?

Cura il titolo della landing page

Google va a cercare lì dei contenuti utili per capire di cosa trattano le tue pagine. Il titolo della landing page non può che essere descrittivo del servizio che vuoi offrire, e contenere alcune le parole chiave su cui stai puntando.

Offri una grafica piacevole nella landing page

La landing page, proprio perché non è una pagina come le altre, ci consente di sbizzarrirci più di ogni altra pagina del sito. Non è necessario arricchirla troppo di contenuti, per cui si può gestire bene la grafica: l’effetto finale deve essere assolutamente piacevole, e ogni elemento grafico deve essere funzionale al raggiungimento dell’obiettivo.

Fa’ che i testi della landing page siano unici

Non si deve mai distogliere l’attenzione dall’obiettivo finale, in una landign page: ottenere lead, contatti, soldi, o quant’altro.  Oltre alla grafica, i testi sono l’elemento fondamentale per una landing page efficace: i tuoi testi devono essere persuasivi, franchi, diretti, immediatamente comprensibili.

Le tue esortazioni al potenziale cliente (la cosiddetta call to action) devono essere chiare e condivisibili: non devi chiedere troppo né troppo poco, non devi annoiare né sembrare troppo “appiccicoso”. I testi devono essere credibili, e una particolare attenzione deve essere dedicata alle parole chiave, da posizionare nei punti giusti.

Non dimenticare la SEO

(e ci mancherebbe pure…). Anche per le landing page valgono le regole basilari dell’ottimizazione on page per i siti web. Per questo la tua pagina dovrebbe contenere titoli, immagini, l’URL, ecc. ecc., funzionali agli obiettivi, e realizzati secondo i criteri fondamentali della SEO.

Seguendo queste poche regole d’oro anche la nostra landing page sarà ottimizzata e pronta a generare ritorni. Che dire? Buona conversione a tutti!

(e ci mancherebbe pure…). Anche per le landing page valgono le regole basilari dell’ottimizazione on page per i siti web. Per questo la tua pagina dovrebbe contenere titoli, immagini, l’URL, ecc. ecc., funzionali agli obiettivi, e realizzati secondo i criteri fondamentali della SEO.

Seguendo queste poche regole d’oro anche la nostra landing page sarà ottimizzata e pronta a generare ritorni. Che dire? Buona conversione a tutti!

Share:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn
On Key

Related Posts

wordpress

Cosa è WordPress e perchè usarlo

WordPress è il content manager -cms- più utilizzato su Internet, uno strumento che permette di gestire tutte le pagine di un sito web o di un blog. Non solo è il più utilizzato dagli sviluppatori, ma anche da professionisti ed aziende che possono creare e gestire il proprio sito con semplicità ed efficienza. WordPress è una piattaforma di editoria

google-web-crawler budget

5 suggerimenti per ottimizzare il tuo crawl budget

Il Google boot e un programma che ogni giorno fa la scansione delle pagine del tuo sito per vedere cosa è cambiato o aggiunto. Google ogni giorno da un castelletto di tempo che ti dedica chiamato crawl budget. Gli esperti di marketing hanno così tante attività diverse da svolgere per l’ottimizzazione del crawl budget di

commenti spam

Bloccare commenti spam WordPress.

Come bloccare i commenti spam su WordPress. Come bloccare i commenti spam per un sito WordPress – Hai mai adottato strategie specifiche per proteggere il tuo sito dallo SPAM? Se ne sei mai stato vittima, sicuramente saprai quanto sono fastidiosi e difficili da gestire commenti ed email indesiderate. Purtroppo i commenti di spam restano un problema

Follow-NoFollow

WordPress: gestire il dofollow e il nofollow dei commenti

doFollow e il nofollow sui vostri articoli Molti blogger, per incoraggiare i propri lettori a commentare, impostano in automatico il dofollow ai commenti. L’attributo dofollow indica agli spider bot che l’URL indicata deve essere seguita e indicizzata, mentre l’attributo nofollow blocca lo spider e gli dice di non seguire l’URL. Poichè molti utenti riportano a

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi